Risparmiare Ristrutturando Casa

Ristrutturare casa richiede capacità di organizzazione e tanto impegno, anche economico, ma risparmiare è possibile grazie a qualche piccolo accorgimento e agli aiuti statali.

ristruttura casa 294x300 - Risparmiare Ristrutturando Casa

Come risparmiare ristrutturando casa

La prima cosa da tenere in considerazione per risparmiare ristrutturando casa sono gli incentivi ed in particolare quelli legati all’efficientamento energetico. Si tratta del famoso eco-bonus che permette di avere la detrazione fino al 65% delle spese effettuate per ristrutturare casa all’insegna della eco-compatibilità. Si possono ottenere:
– fino a 30 mila euro per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
– 60 mila euro per l’installazione di pannelli solari;
– 100 mila euro per la riqualificazione globale dell’immobile.
In poche parole più si fanno scelte in sintonia con l’amore per l’ambiente e maggiore è il risparmio. A questo proposito deve anche essere sottolineato che risparmiare ristrutturando casa nel segno dell’ecocompatibilità permette nel tempo di ottenere anche un secondo risparmio. Scegliere i pannelli solari, caldaie di nuova generazione, infissi termici, porta ogni giorno un notevole risparmio di energia che si noterà in bolletta.

Usufruire della detrazione del 50%

Se si vuole ristrutturare casa senza efficientamento energetico è possibile usufruire della detrazione fino al 50%. In questo caso sono coperte le spese per il recupero e restauro conservativo e la manutenzione straordinaria. Le spese su cui è possibile ottenere l’aiuto economico sono numerose, ad esempio il cambio di infissi ed inferriate, impianto idraulico, elettrico, installazione di porte blindate e casseforti, rifacimento di pavimentazioni, facciate, intonaci, insomma tutto ciò che rientra nei lavori di ristrutturazione casa. Per usufruire degli aiuti è necessario produrre documenti che provino il pagamento delle spese sostenute. Dopo aver eseguito i lavori, al momento della dichiarazione dei redditi, devono essere consegnate fatture e bonifici parlanti al commercialista e si potrà usufruire della detrazione dall’IRPEF. Si potrà usufruire degli incentivi per 10 anni. In teoria chi spende 100.000 euro per i lavori potrà ottenere fino a 50.000 euro per la semplice ristrutturazione e 65.000 per l’efficientamente energetico.
Un ulteriore risparmio per la ristrutturazione arriva anche per l’IVA agevolata al 10% per l’acquisto di caldaie, stufe, elementi radianti e la maggior parte dei materiali per la ristrutturazione della prima casa. IVA agevolata anche per il pagamento dell’impresa edile.

Risparmiare con il sismabonus

Una novità prevista per il 2017 è la detrazione per i lavori volti a rendere l’abitazione antisismica. I recenti eventi sismici hanno, infatti, riposto l’accento sui costi per la ricostruzione, sia in termini economici che di vite umane perse, ecco perché arriva un aiuto per evitare di ritrovarsi tra qualche anno nella stessa situazione. In questo caso di parla di sismabonus di cui possono usufruire gli immobili situati in zone ad alto rischio sismico. Il tetto massimo di spesa per il quale usufruire del sismabonus è di 96.000 euro e la detrazione può arrivare fino all’80%, in base alla classe di rischio ,e all’85% se l’intervento riguarda l’intero condominio.

Risparmiare sull’arredo

Anche per quanto riguarda l’arredo e i piccoli e grandi elettrodomestici un aiuto per risparmiare arriva dagli incentivi statali. In questo caso per poter usufruire del bonus mobili è necessario aver prima effettuato una ristrutturazione casa, di conseguenza se non si realizza la ristrutturazione non sarà possibile comprare mobili ed elettrodomestici ed avere la detrazione. Il bonus mobili è riconosciuto fino ad un massimo di spesa di 10.000 euro, da ripartire in 10 rate distribuite in 10 anni. Possono essere comprati usufruendo dell’agevolazione: frigorifero, congelatore, lavastoviglie, lavatrice, forno e tanti altri elettrodomestici che però devono ricadere nella classe energetica non inferiore ad A+, tranne nel caso del forno per il quale basta anche la classe A. Possono beneficiarne anche gli arredi di uso quotidiano, quindi cucina, tavolo, sedie, letto e mobili contenitori per il bagno. Anche in questo caso è necessario comprovare l’avvenuto acquisto.

Risparmiare con il vintage

Un altro modo per risparmiare per arredare casa è comprare arredi vintage, o semplicemente usati. In particolare per coloro che sono bravi con il bricolage è possibile avere arredi carini a prezzi davvero contenuti. In questo caso ci vuole molta pazienza e voglia di girare per i mercatinialla ricerca di pezzi unici da comprare a prezzi modici. Oltre all’acquisto, oggi è anche frequente il baratto, cioè lo scambio di oggetti di arredo senza quindi versare soldi. Sono molte inoltre le persone che ristrutturando a loro volta casa preferiscono regalare oggetti di arredo ancora perfettamente in ordine, al solo fine di risparmiare i soldi per la dismissione in discariche. In questo caso anche attraverso internet è possibile trovare vere e proprie occasioni, con reti per letto praticamente nuove, tavoli, sedie, che semplicemente non sono più in sintonia con il nuovo arredo e che quindi si vogliono eliminare.
Vendere ciò che non si usa
Per risparmiare arredando casa è possibile anche vendere oggetti ormai non più in uso. Quando si ristruttura casa c’è anche l’esigenza di creare nuovi spazi, in questo caso a cosa serve continuare a conservare seggioloni per auto ormai non più utili, passeggini, carrozzine, culle? Molti anche gli abiti dismessi che sono ancora nuovi, ma semplicemente non entrano nella nuova taglia. Stessa sorte per i regali di nozze magari non proprio del proprio genere e che non sono mai stati usati. La ristrutturazione è un’ottima occasione per vendere, anche attraverso internet, tutti questi oggetti e recuperare dei soldi per nuovi arredi.
Approfittare delle offerte
Per risparmiare sull’arredo è possibile anche sfruttare le offerte. Ormai, come per l’abbigliamento, anche il settore arredo rinnova le collezioni di anno in anno. Proprio per questo a fine stagione partono i saldi ed è possibile acquistare prodotti di qualità a prezzi davvero modici. Il settore che più di tutti usufruisce di queste opportunità è quello legato a divani e letti, in questo caso lo sconto può arrivare anche al 50%. Molte anche le opportunità di risparmio con l’elettronica che periodicamente offrono sconti su televisori, frigoriferi e prodotti di alta tecnologia, questo per il semplice fatto che le case produttrici mettono in commercio nuovi modelli in modo costante e c’è quindi bisogno di svuotare i magazzini dai vecchi modelli che sono perfettamente funzionanti e non obsoleti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *