Come risparmiare sulla spesa

La spesa alimentare è un grande costo nel bilancio economico sia delle persone che vivono da sole, sia delle famiglie. Imparare a risparmiare sulla spesa consente non solo di ridurre l’incidenza di questa necessità sulla propria economia, ma anche guadagnare in salute e serenità d’animo. Tutti i diversi trucchi per risparmiare, poco o tanto, sulla spesa, comportano vantaggi anche sul piano della qualità di ciò che si compra e del modo di vivere.

fare la spesa 300x170 - Come risparmiare sulla spesa

Come organizzare al meglio la spesa?

In primo luogo, per ottimizzare il proprio modo di fare la spesa, bisogna sapersi organizzare e affrontare questa incombenza settimanale con criterio.

Una lista della spesa ben organizzata consente di saper distinguere con maggior chiarezza ciò di cui si ha veramente bisogno da ciò che, invece, si può evitare di comprare, o si può considerare di comprare solo in modo secondario. Una programmazione dei beni che si vuole comprare permette anche di esercitare su se stessi maggiore autocontrollo.

La spesa va programmata anche in base a ciò che si vuole mangiare: risparmiare, infatti, non significa rinunciare ai propri gusti, ma, semplicemente, saperli gestire meglio in relazione al proprio portafoglio. Stilare, mentalmente o no, un menù di ciò che si vorrebbe mangiare durante la settimana consente di individuare i cibi-chiave di cui avrete bisogno. Questo accorgimento aiuta anche a mantenere una dieta più sana ed equilibrata, senza eccedere, per esempio, con alimenti costosi come la carne e il pesce.

Vedi anche  Risparmiare riciclando

A questo proposito, un ulteriore piccolo consiglio dettato dal buon senso: meglio non fare la spesa quando si è affamati! Si è più propensi a spendere se si ha fame, e, soprattutto, a sprecare i propri soldi in cibo poco salutare.
Fare la spesa con calma è un altro segreto fondamentale: spesso, nella fretta, o per la fame, si fanno scelte sconsiderate, di cui ci si pente a mente fredda.

Scegliere con attenzione supermercati e prodotti: come?

Bisogna, inoltre, sapersi destreggiare tra i diversi supermercati: ve ne sono molti prestigiosi, ma inutilmente costosi, rispetto ad altri che offrono la stessa qualità e quantità a prezzi minori. Una ponderazione razionale di ciò che si vuole spendere e di ciò che si vuole comprare permette di abbattere, anche sensibilmente, i costi della spesa.

Anche portarsi dietro i propri sacchetti (meglio se di tela o di plastica) permette di ridurre i costi della spesa: i sacchetti di plastica che vengono forniti al supermercato possono sembrare una spesa irrisoria, ma non sono riutilizzabili (essendo, spesso, di un materiale biodegradabile molto fragile) e comportano un costo mensile di circa 5 euro.

I trucchi per scegliere i prodotti migliori, risparmiando

I prodotti sfusi (frutta, cereali, legumi, riso) sono preferibili a quelli confezionati, che possono costare fino a un terzo in più, in virtù del fatto che sono confezionati.

Questo vale anche per i cibi già pronti e confezionati. Queste pietanze hanno un costo considerevolmente maggiore dei beni primari che servono per prepararli: meglio, perciò, armarsi di pazienza e di spendere qualche minuto in più a prepararsi il pasto, piuttosto che spendere per cibo già pronti. Questa categoria di cibi, inoltre, contiene additivi e conservanti poco consigliabili, a lungo termine, per la loro incidenza sulla salute.

Vedi anche  Risparmiare Sulle Bollette

Frutta e verdura devono essere acquistate al mercato: rispetto ai supermercati e agli ipermercati, il mercato rionale presenta costi molto più ridotti, e consente di fare scelte equosolidali. I prodotti locali e i prodotti di stagione avranno un costo minore rispetto ai prodotti esotici o fuori-stagione: infatti, non soffrono dei costi aggiuntivi di distribuzione.

Il prezzo al kilo e al litro è il vostro migliore alleato: anche se offerte e promozioni possono trarre in inganno, l’occhio allenato al risparmio deve correre a comparare il prezzo del prodotto al kilo, per accertarsi che l’offerta sia davvero vantaggiosa, e non semplicemente uno specchietto per allodole.

Sempre in tema di quantità, bisogna sapere che i prodotti che si trovano in confezioni più grandi, e quindi di maggiore quantità, sono in genere più convenienti rispetto ai prodotti di minore quantità. Allo stesso modo, è molto conveniente comprare in grandi quantità: in questo modo, infatti, si crea una dispensa casalinga a lungo termine. Se si può, si devono favorire i multipack di prodotti a lunga conservazione, come quelli per l’igiene personale.

Le promozioni, però, possono essere ingannevoli: anche qui, è importante guardare al prezzo al kilo e controllare se la qualità del prodotto non sia inficiata dal basso prezzo.

Per abbattere ulteriormente il costo della spesa, così rilevante nel bilancio familiare, si può adottare la strategia particolare di fare la spesa soprattutto la sera, quando i supermercati sono prossimi alla chiusura: non è raro, infatti, che proprio allora vengano fatte offerte speciali, di fine giornata, su prodotti come il pane, la frutta, il pesce, e la gastronomia in generale.

Tessere, coupon e app per la spesa

Fare la tessera del supermercato a cui vi recate più spesso può, sul lungo periodo, avere grandi vantaggi: anche se non fate mai spese considerevoli, gradualmente si guadagnano punti omaggio, che possono portare a un grosso risparmio su qualche prodotto.

Vedi anche  Come Risparmiare sul Costo Trasloco

Esistono, inoltre, tessere vantaggio e tessere sconto: sono carte che si attivano, senza costo, con le offerte sul gas e sull’energia elettrica. Queste carte permettono di avere sconti sugli acquisiti in certi supermercati convenzionati.

I coupon per la spesa sono di grandissima utilità per risparmiare sulla spesa di casa: non è difficile, se si ha accesso a Internet, trovare siti che permettono di ottenere, in maniera gratuita, dei buoni spesa da spendere in diversi supermercati, piccoli o grandi. Basta registrarsi, nella maggior parte dei casi, per poter accedere a una grande offerta di coupon, che cambiano a cadenza regolare, per i più diversi tipi di beni.

Ora anche la tecnologia ci viene in aiuto per fare una spesa intelligente. Sempre più spesso, infatti, ci si imbatte in app pensate per aiutare a risparmiare sulla spesa: queste applicazioni, una volta installate sullo smartphone, aiutano a organizzare la lista della spesa, segnalano i prezzi più convenienti nella propria area, permettono di comparare i prezzi, oppure raccolgono le diverse offerte attive nelle vicinanze.

Alcune app, in particolare, permettono di scaricare coupon digitali direttamente solo sul proprio dispositivo mobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *