Risparmiare sull’atto notarile

L’atto notarile o rogito è un documento redatto da un notaio secondo le prescritte formalità, una prova legale degli atti giuridici che lo stesso notaio certifica essere avvenuti in sua presenza. Un documento di assoluta importanza perché, il notaio, con il suo intervento, garantisce la sicurezza dell’atto ed esclude le problematiche legali derivanti da eventuali errori o mancanze contrattuali. Ricorrere al notaio è un passaggio obbligatorio in diverse circostanze, ma anche generalmente molto costoso.

Il ruolo del notaio nella compravendita delle case è indispensabile anche per accertare la titolarità di chi vende l’immobile ed eventuali ipoteche, ma costituisce per la parte interessata un costo particolarmente oneroso.

Le voci di spese notarili per l’acquisto della prima casa sono infatti diverse e comprensive delle imposte che il notaio incassa per conto dello Stato e delle spese direttamente legate alla preparazione dell’atto stesso. D’altronde, con le liberalizzazioni della Legge Bersani, nel nostro Paese i tariffari sono stati praticamente aboliti. Gli onorari vengono stabiliti dagli stessi professionisti, una condizione che ha portato a una differenziazione notevole dei costi. Le parcelle possono variare secondo la città in cui opera il professionista, la sua fama, il suo numero dei clienti, in funzione del valore dell’immobile e del numero dei proprietari. Un aspetto importante è quindi anche l’area in cui il notaio svolge la sua attività, in una città con un alto numero di professionisti i costi notarili potrebbero scendere sensibilmente.

Proprio alla luce del peso specifico delle spese notarili nella compravendita di un immobile, con la seguente guida proveremo a dare degli utili consigli per risparmiare sulla parcella del notaio da pagare quando si acquista una casa.

Preventivi online

Data la variabilità dei fattori, la prima regola da seguire per risparmiare sulla parcella del notaioè quella di rivolgersi a diversi professionisti ed esaminare attentamente i vari preventivi prima di fare la scelta definitiva e naturalmente più favorevole. Un’operazione facilitata dall’uso del web perché oggi online sono diversi i siti da consultare comodamente e, in modo assolutamente gratuito, per ottenere dei preventivi notarili attraverso pochi click.

Seguendo questa strada ci accorgeremo ben presto che è possibile fruire degli stessi servizi, con la possibilità di risparmiare somme superiori ai 1.000 euro sui costi del notaio per l’acquisto della casa. Confrontare i diversi preventivi dei notai è una pratica sempre più diffusa proprio perché può comportare notevoli risparmi. Molto importante è la chiarezza del preventivo che deve contenere tutte le voci dei costi previsti, compresa l’IVA. Nel caso in cui si acquista casa ricorrendo al mutuo, il preventivo deve indicare la specifica voce dell’onorario richiesto per la pratica di finanziamento. In pratica, se le spese indicate nel preventivo notarile appaino poco dettagliate e confuse, allora è consigliabile rivolgersi a un altro professionista.

Velocizzazione dei tempi

Un altro modo per risparmiare sui costi del notaio quando si acquista la prima casa è quello, nei limiti del possibile, di accelerare i tempi di chiusura della pratica o delle pratiche (atto di compravendita e atto di mutuo). Generalmente un notaio, quando è impegnato con la nostra pratica non potrà svolgere altri incarichi o dedicarsi ad altri clienti, ragione per cui meglio produrre tutti i certificati di propria competenza (attestazioni anagrafiche, di residenza, etc.) senza troppe perdite di tempo. Una riduzione dei tempi occorrenti per il disbrigo della pratica corrisponde a un taglio delle spese.

Vedi anche  Risparmiare con Passaggio Proprietà Moto in Comune

La ragione per cui anche se la scelta del notaio destinato ad occuparsi della compravendita della casa spetta all’acquirente, non di rado il compratore si affida al professionista indicato dal venditore: un passaggio che, appunto, può risultare utile per ridurre i tempi in quanto, in questo caso, il notaio conosce meglio gli aspetti dell’immobile in vendita. E’ bene sapere, inoltre, che esiste la possibilità di risparmiare con i registri pubblici con accesso diretto, utili per effettuare operazioni online a costi decisamente contenuti. In questo modo è possibile fare richiesta delle ispezioni ipotecarie e delle copie delle planimetrie.

Interrogare le banche dati serve per ottenere importanti dati catastali quali foglio, particella, rendita, etc. e avere indicazioni su eventuali ipoteche e altri vincoli come i pignoramenti. Il cliente può interessarsi della documentazione catastale anche recandosi direttamente presso il competente ufficio provinciale. Fare da sé certe operazioni, di solito delegate al notaio, aiuta a risparmiare qualche euro, è necessario solamente sapersi districare un poco tra le carte.

Atti in serie

Gli atti in serie sono un’opportunità possibile, ad esempio, quando i diversi acquirenti di immobili di un edificio in costruzione, per l’atto di compravendita o per il contratto di mutuo, si rivolgono al medesimo professionista. La parcella così tende ad abbassarsi in virtù del fatto che in questo modo il notaio risparmia buona parte del lavoro, in quanto con una richiesta unica può ottenere l’intera documentazione. In questo caso mettere d’accordo tante persone non è un compito propriamente facile, ma percorribile con un minimo di buona volontà da parte di tutti i potenziali acquirenti.

Vedi anche  Risparmiare Smettendo di Fumare

Richiedere lo sconto del 30%

Un’altra possibilità di risparmio sui costi da versare al notaio quando si acquista la casa è data dalla richiesta esplicita dello sconto del 30%, un’opportunità poco conosciuta e concessa per effetto del decreto di ottobre 2006, provvedimento che ha cancellato le imposte sulle visure catastali e tagliato le spese su quelle ipotecarie. Attenzione, pero, in assenza di un’esplicita richiesta non si ha diritto allo sconto.

Conclusioni

Considerata l’obbligatorietà dell’atto notarile e la forte incidenza dei costi del notaio al momento dell’acquisto della prima casa, la parcella generalmente si aggira intorno al 2/3 % rispetto al valore dell’abitazione, è buona abitudine tener conto di ogni strategia utile per risparmiare sulle spese notarili. Morale: non si può fare a meno del notaio, ma risparmiare sì e anche in modo decisamente significativo.

Summary
Come Risparmiare sull'atto notarile
Article Name
Come Risparmiare sull'atto notarile
Description
Scopri come risparmiare sulle spese dell'atto notarile. Risparmia soldi dal notaio.
Author
Publisher Name
redazione risparmiare.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *