Risparmiare riciclando

Come risparmiare riciclando?

Al giorno d’oggi il consumismo sfrenato e la mentalità dell’uso e getta hanno dato via ad uno spreco di energia e materiali. Le quantità di immondizia che si raccolgono nelle città presentano livelli altissimi. Non molti sanno che il rifiuto può trasformarsi in una risorsa per il nostro pianeta ma anche per la vita di tutti i giorni. La raccolta differenziata mira proprio a contenere i costi di produzione di materiali ed anche il consumo di risorse energetiche destinate ad esaurirsi nel lungo periodo. Nella vita di tutti i giorni, esistono moltissime occasioni in cui è possibile riciclare ricavandone la possibilità di risparmiare. Poniamo ad esempio il caso dell’acqua, che in casa viene utilizzata quotidianamente per moltissime attività. Si pensa spesso che l’acqua che utilizziamo non costa nulla e per questo non poniamo molta attenzione a non sprecarla. Ma non è così. Innanzitutto, è possibile cominciare riciclando l’acqua della pasta, che in tutte le famiglie italiane viene mangiata almeno tre volte alla settimana. Si può utilizzare per innaffiare le piante, oppure per un pediluvio purificante. Ma anche l’acqua piovana può essere riciclata per innaffiare le piante del vostro giardino oppure per lavare il pavimento del cortile.
Inoltre, tutte le tipologie di rifiuti riciclati vengono consegnati, e successivamente smistati, all’interno delle apposite discariche, o isole ecologiche, nelle quali il personale addetto si occuperà del servizio smaltimento di tutto il materiale raccolto, vendendolo dopo averlo sottoposto ad un particolare trattamento.

Vedi anche  Risparmiare Gas

riciclare 300x191 - Risparmiare riciclando

Riciclo: risparmio energetico

Il primo risparmio derivante da un buon sistema di riciclo è quello energetico. Per produrre materiali, infatti, è necessario utilizzare un’ingente quantità di risorse che vanno via via esaurendosi al giorno d’oggi. Per tale motivo è fondamentale educare i ragazzi fin da quando sono piccoli ad un uso consapevole delle risorse a loro disposizione. Il risparmio energetico derivante dal riciclo dei materiali risulta essere, secondo le ultime ricerche, intorno al 60% ma si stima che in futuro possa raggiungere addirittura il 95%. Questo perché la produzione di un prodotto a partire da una materia prima vergine risulta essere più dispendiosa se confrontata con la produzione realizzata mediante il riutilizzo di materiali. Inoltre, non bisogna dimenticare che eseguire correttamente la raccolta differenziata permette di ridurre notevolmente le emissioni di gas serra, principale causa del riscaldamento globale cui è soggetto il nostro pianeta.

Riciclo: risparmio economico

Oltre al risparmio energetico che consegue dal riciclo dei materiali, è importante considerare anche l’impatto impatto a livello economico determinato dal riutilizzare risorse. Ciò si traduce in un risparmio concreto di centinaia di euro l’anno per un nucleo familiare composto da due genitori e due figli. Quante volte capita che vi siano prodotti in frigo scaduti e che dovete buttare? Oppure che dopo aver cucinato tanto cibo avanza? Riciclando prodotti alimentari è possibile risparmiare tanti soldi durante l’anno che possono incidere notevolmente sul bilancio familiare. Pensate ad esempio all’olio di frittura, che si è soliti buttare dopo averlo utilizzato: in quanti sanno che può essere sfruttato per creare delle ottime saponette a costo zero? Oppure che può essere utilizzato per creare delle belle e funzionali lampade ad olio? Oppure latte e yogurt scaduti. Non buttateli appena vi accorgete di aver superato la data di scadenza! Piuttosto riutilizzateli per creare delle ottime e naturali maschere per il viso e scrub per il corpo.

Vedi anche  Come Risparmiare con il Depuratore Acqua

Risparmiare con riciclo della plastica

Al giorno d’oggi andare a fare la spesa al supermercato significa riempire la casa di plastica. E spesso, il costo dei prodotti lievita proprio perché confezionati con molta plastica. In questo caso, è possibile risparmiare rinunciando ad acquistare soliti prodotti che presentano un impatto negativo sull’ambiente. Innanzitutto, per quanto riguarda detersivi e prodotti per la casa, è buona pratica acquistarli sfusi: eviterete così di ritrovarvi con ingombranti flaconi, e potrete acquistare di volta in volta soltanto la quantità di prodotto che vi serve traendone vantaggio sulla spesa mensile. Lo stesso vale per tutti gli articoli che comprendono prodotti acquistati singolarmente. Ne sono un esempio le merendine confezionate: meglio preparare in casa una buona torta e fornire ai vostri bimbi una lunch box contenente un pezzo da consumare a merenda. Infine, è consigliabile eliminare dalla propria casa prodotti usa e getta. Via piatti e bicchieri, che oltre ad inquinare costano anche molti soldi. Meglio utilizzare stoviglie lavabili, l’effetto è migliore e si risparmia molto. E, per finire, è utile sapere che in molte città sono stati adottati pratici compattatori che forniscono buoni sconti in cambio di bottiglie di plastica da riciclare. Il risparmio in questo caso si trasforma in vero e proprio guadagno!

Risparmio energetico: riciclo carta

Anche la carta è un materiale che viene utilizzato davvero troppo al giorno d’oggi. Bisogna sempre tenere a mente che la produzione di carta comporta l’uso di molto legno e anche il consumo di moltissima acqua, impossibile da riutilizzata perché impregnata di molte sostanze chimiche. Come fare per riciclare la carta il più possibile? Una soluzione potrebbe essere quella di sfruttare la carta di giornale, proveniente dai quotidiani ma anche dai volantini pubblicitari, per la pulizia dei vetri, oppure per pulire il piano cottura. Ma la carta può anche essere utilizzata per fare fiamma nel camino, oppure per riempire scarpe e borse prima di riporle negli armadi durante il cambio di stagione.

Vedi anche  Risparmiare in Casa
Risparmio energetico: riciclo vetro

Altro materiale soggetto a spreco è il vetro. Le bottiglie di vetro vengono utilizzate solitamente per contenere liquidi. Come fare quando in casa rimangono molte bottiglie? In questo caso conviene informarsi circa la possibilità di vendere il vetro alle vetrerie, che lo riutilizzano nei processi di produzione. Il prezzo pagato dalle vetrerie per ciascuna bottiglia varia in base al peso, alle dimensione e soprattutto al colore. I colori più richiesti sono il marrone e il bianco, ma è possibile vendere anche il verde. La vendita alle vetrerie è un ottimo sistema per riciclare il materiale, renderlo immediatamente disponibile per un nuovo processo produttivo e guadagnare anche qualche qualcosa.

 

Summary
Come Risparmiare Riciclando
Article Name
Come Risparmiare Riciclando
Description
Scopri in quali modi puoi risparmiare soldi riciclando in casa. Tecniche di riciclo creativo, riciclo materiali vari etc.
Author
Publisher Name
redazione risparmiare.info
Publisher Logo
Tags: Come Risparmiare RiciclandoRisparmiare E RiciclareRisparmiare Riciclando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *